Corrado Negri

Il 2012 sarà un anno decisivo per il progetto TirHotel. IRGENRE e FAI Service realizzeranno a Santa Maria Capua Vetere la prima di tre aree di 35.000 – 40.000 metri quadri pensate espressamente per le esigenze degli autotrasportatori. Ogni TirHotel potrà accogliere oltre 100 TIR per offrire una serie di servizi quali ristorante, market, aree relax, tintoria, internet wi-fi, “pompe bianche” (distributori di carburante logo free a basso costo) e tanto altro.

Il progetto di TirHotel nasce per riempire un vuoto di offerta. Finora all’utenza degli autotrasportatori non era ancora stato dedicato nulla di specifico e gli spazi, ad oggi disponibili, erano limitati e inadeguati free viagra sample pack by mail. Forti della nostra esperienza nel settore retail, che ci viene da oltre venti anni nello sviluppo dei maggiori centri commerciali del Sud Italia, ci siamo resi conto che i tempi erano maturi per iniziare a offrire servizi specifici e dedicati a una categoria di professionisti la cui attività, specialmente in Italia, riveste una fondamentale importanza.

Forte della necessità di diffondere il più possibile le proprie iniziative imprenditoriali, Corrado Negri ha aperto i profili social Facebook, Google+, Twitter e LinkedIn.

Tre generazioni di imprenditori radicati nel mezzogiorno ed un portfolio di tutto rispetto per il Gruppo IRGENRE. Corrado e Paolo Negri con la IRGENRE vantano all’attivo opere di estrema funzionalità, prime in Europa per efficienza e dimensioni: l’Ikea, l’Ipercoop, il Parco Commerciale Santa Caterina a Bari, il Parco Commerciale le Porte di Napoli, i centri commerciali Auchan a Mugnano e Pompei e le strutture alberghiere “Novotel”, solo per citare le più significative. Attualmente, le sfide più importanti per Corrado e Paolo Negri si chiamano: Cilento Outlet Village e Tir Hotel.

La necessità di coinvolgere i cittadini, di informarli adeguatamente circa le iniziative intraprese, ha spinto Corrado Negri ad aprire, accanto alla rete comunicativa del Gruppo ed oltre al presente blog, anche profili sui principali Social Network. Una scelta che va incontro alle possibilità offerte dal web di rimanere costantemente in contatto con le persone, di interagire con loro e di rispondere alle loro curiosità.
Non solo dunque attività immobiliare dall’indiscusso valore, ma una capillare e attenta attività di informazione, frutto della consapevolezza di quanto sia necessario comunicare adeguatamente il complesso delle iniziative del Gruppo IRGENRE.

Ecco i profili social dove poter seguire ed interagire con Corrado Negri:

Il grande progetto che Irgenre e Promos hanno messo in atto per la realizzazione del Cilento Outlet Village ha destato l’interesse di numerose testate giornalistiche tradizionali ed on-line.
Ritengo utile passare in rassegna alcuni degli articoli, fornendo nel presente post i relativi link. In questo modo sarà più semplice per i lettori, nonché per me, ripercorrere la storia di questo affascinante ed importantissimo progetto.

    1. Moda on line
    2. Job 24 (Il Sole 24 Ore)
    3. Travelnostop.com
    4. La città di Salerno

 

Corrado Negri illustra i particolari di un investivento privato da 80 milioni di euro.
“Noi nella piana del Sele vogliamo fare una cosa seria. Sull’area S. Nicola Varco è stata progettata la realizzazione di una grande struttura di vendita, inizialmente destinata ad ospitare un centro commerciale di tipo tradizionale free viagra samples free shipping. Poi visto la crisi, è stata progettata la realizzazione di una grande struttura di vendita, un moderno outlet”. Corrado Negri ci spiega la scommessa della Piana del Sele, dove sorgerà un outlet, il più grande del sud. E, soprattutto, vuole subito dire che loro con gli affari di camorra non c’entrano un bel nulla e che il danaro per l’investimento, oltre 80milioni, sarà frutto di “solo ed esclusivamente finanziamento bancario”.

A S. Nicola Varco, sulla Statale 18, ci sono gli oltre 200mila metri quadrati che ospiteranno il più grande, e finora unico, outlet del sud. Un tempo, dove oggi c’è il cantiere non v’era che terreno agricolo di scarso valore, sia pure a fronte strada della Ss 18. Nel 2003 lo stesso terreno entra nel prg come area per la grande distribuzione commerciale e il prezzo sul mercato lievita al punto tale che l’unico vero affare, al momento, lo ha realizzato solo chi ha beneficiato di una incredibile plusvalenza immobiliare: terreno agricolo acquistato per un miliardo e ottocento milioni ceduto poi a Innovazione Commerciale, dopo la variante del 2003, a oltre sette milioni di euro. L’outlet sorgerà su una superficie commerciale complessiva di 25mila mq, 130 negozi tra abbigliamento “grandi firme” aperti sette giorni su sette dalle dieci alle ventidue, 2.500 posti auto e un’offerta di ristorazione variegata e di qualità. Continua a leggere